La mia categoria non esiste #1

Questo è un post di denuncia. Un grido d’aiuto formale che lancio a nome delle due categorie cui appartengo: i dottori di ricerca e i correttori di bozze.

Noi ESISTIAMO.

Diversamente da quello che dicono i menù a tendina compilati da alcuni sadici programmatori, non siamo “Altro”. Siamo una categoria sufficientemente numerosa da meritare un’opzione nei moduli pubblici, nei database, nelle statistiche, perfino, santoddio, nelle schede dei sondaggi telefonici.
Lo dico perché questa cosa si rivela spesso un problema, costringendoci a inutili e tortuose spiegazioni.
Due esempi.

Continua a leggere

Primo Maggio, un anno dopo

Primo articolo della Costituzione Italiana: L’Italia è una repubblica fondata sul lavoro.

Così, un anno fa, s’inaugurava Prestazione Occasionale.

Continua a leggere

I contanti vengono sempre dopo

Ieri, 24 del mese, i miei colleghi hanno avuto la busta paga. (In realtà la specifica del giorno è inutile, perché il giorno di paga oscilla in un periodo variabile tra il 21 e il 28 del mese.)
Così, da lontano, ho visto per la prima volta una busta paga. Io, la precaria per eccellenza, non ne ho mai avuta una: per i miei tre lavori precari vengo pagata in contanti o bonifico, chè, appunto, la mia è solo una prestazione occasionale. Infatti non ho neanche obblighi d’orario, ma questa, che all’inizio sembrava una cosa figa, si è presto rivelata un’arma a doppio taglio, anzi, a taglio unico. Continua a leggere