Un giorno da In-dipendente: Arcade Fire all’I-Day 2010

ovvero: Una cosa divertente che non farò mai più #2

Avrete pensato che sono andata in vacanza, e invece no: sono precaria, e così le mie vacanze, in precario equilibrio tra una scadenza e una consegna, tra la fine di un lavoro e l’inizio di uno nuovo, alla disperata ricerca di un weekend libero. Dopo aver lavorato fino al 14 agosto come aiuto ufficio stampa per un festival piuttosto importante dalle mie parti (una delle esperienze più stressanti della mia vita, come avrò modo di raccontarvi), dopo aver cosegnato il 23 l’ultima bozza alla mia casa editrice, finalmente sono riuscita a ritagliarmi un paio di giorni d’aria. Ovviamente, con la scusa di una prestazione occasionale d’eccezione: andare a fotografare gli Arcade Fire all’I-Day Festival, a Bologna. Continua a leggere

Annunci

Jonathan Coe e il Libro (im)Possibile – Parte II

Ci eravamo lasciati che ero nella sala stampa del Libro Possibile ad aspettare che Jonathan Coe terminasse di autografare fino all’ultima copia dell’ultimo fan.

Jonathan Coe @ Il Libro Possibile 2010 – (c) Il Libro Possibile

Quello che non vi ho detto è che dopo sono venute le foto con lo staff, e le interviste rubate con la scusa di farsi autografare un libro… e insomma ovviamente alla fine Jonathan era decisamente provato e la sua accompagnatrice già cominciava a dire “no, ok, adesso basta, dobbiamo andare”. Come ‘basta’?! Io ho un’intervista da fare! Ho delle domande, ho delle cose da dire a quest’uomo! Mi faccio strada tra la gente e sperando di non fare una gaffe clamorosa mi avvicino alla tipa: “Sonia?”. Continua a leggere

Tempo libero (?)

È quasi una settimana che non pubblico niente, e la ragione è semplice: i miei tre lavori precari mi hanno travolta. E mentre sono qui a decidere se cenare, lavorare, o togliermi le scarpe e mettermi a dormire, improvvisamente mi accorgo che sto vivendo un raro momento di tempo libero.
Tempo libero.
Mio Dio. Da quanto non ne avevo? Continua a leggere