Ci sono giorni buoni

Sono tre giorni che apro il blog perché ho delle Lamentationes di portata generazionale in canna, ma ecco, siccome mi rendo conto che ultimamente sono una lagna volevo dirlo anche qui, che certi giorni sono pure dei giorni buoni, a dispetto di tutto.

E quindi stamattina mi sono svegliata più tardi del solito – perché se non posso avere uno stipendio allora non voglio nemmeno gli orari e rivendico il mio sacrosanto diritto a svegliarmi quando mi pare – e ho preso il caffè con calma, sul balcone, col sole – perché se non posso avere la mia scrivania allora lavoro da casa come, quando e dove dico io – e ho chiacchierato su whatsapp con due amici, con uno di Infinite Jest e con l’altro di un progetto bellissimo che sta prendendo forma piano piano. E, ho pensato, vorrei solo poter avere sempre il tempo molle di questo venerdì: il tempo di riprendere Infinite Jest dallo scaffale, sdraiarmi sul divano e rileggermelo tutto e alzarmi solo dopo averlo finito, il tempo di uscire a fare foto, di scrivere e di scendere in profondità e tornare in superficie, il tempo di dare forma a tutti quei progetti che prendono muffa nel cassetto da tempo.

Guardo fuori dalla finestra i panni della signora di fronte che si cullano nel vento del pomeriggio, e mi sembra che loro sì, abbiano un sacco di tempo e nessuna fretta di asciugarsi. È l’ora immobile del pomeriggio, e pure io allora resto immobile. E aspetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...