Le vacanze intelligenti #1 – Santificare le ferie

Dove vai in vacanza?

Premessa: le ferie sono sacre

Se non avete mai lavorato in un qualunque ufficio per almeno tre mesi continuativi otto ore al giorno cinque giorni alla settimana, non potete davvero capire l’importanza sacra e inviolabile delle ferie.
Molti di voi quindi, travolti dalla gioia di avere una stabilità lavorativa di qualche tipo, potrebbero aver commesso il fatale sbaglio di non pianificare le ferie, magari pensando che tutto sommato avete da lavorare e allora meglio così, meglio non fare nulla e restare in città, che in agosto non c’è nessuno e allora te la godi.Posso capirvi. In un certo senso, posso anche darvi ragione: prenotare una vacanza ad agosto, quando l’aumento delle tariffe aeree è direttamente proporzionale ai livelli di stress accumulato, è un’impresa che andrebbe pianificata come minimo a settembre dell’anno prima.  Peccato che a settembre dell’anno scorso io manco ce l’avevo, un contratto, ragion per cui sono qui a scrivervi da casa mia invece che da una spiaggia nei Mari del Sud.
Ho fatto anch’io lo stesso sbaglio, e sono qui per aiutarvi.

Primo Comandamento: Ama il venerdì come te stesso

La santificazione delle ferie è prima di tutto un lavoro di rieducazione mentale, che comincia amando il week end. Quando ero piccola e andavo ancora a scuola, vedevo gli adulti esultare per l’arrivo del venerdì e non capivo: per me la festa cominciava il sabato, che si usciva un’ora prima e i professori non avevano mai voglia di fare niente.
Il mio amore per il venerdì è nato in età matura, come quello per il caffè e per lo stesso motivo: il contatto con la vita da ufficio. Dopo tre mesi di stage in casa editrice (mentre contemporaneamente, per una serie di casi del destino, cominciavo anche il dottorato), la caffeina era la mia migliore amica e il venerdì era più sacro della notte di Natale.

Secondo Comandamento: Bisogna santificare le ferie

Il passo successivo è la venerazione di ferie, ponti e simili. Se infatti i tre mesi consecutivi di vacanza si rimpiangono già all’università, è solo con l’ingresso nel mondo del cosiddetto lavoro che s’impara il vero significato del comandamento “santifica le feste”. E difendile, con le unghie e coi denti.

Terzo comandamento: Non farti derubare

I datori di lavoro sono una brutta razza: ci sono quelli che “dovrebbe esserci qualcuno in ufficio anche di sabato, metti che arriva una telefonata importante e nessuno risponde”; quelli, derivati di questi, che “organizzatevi come volete, purché ci sia qualcuno la vigilia di Natale, la sera della Befana, la notte di Pasqua, il giorno di Ferragosto eccetera, perché la struttura deve essere operativa”; infine quelli che, contemplando il diritto al riposo, seguono più che altro la politica del “prenditi il giorno libero quando vuoi, purché questo lavoro sia chiuso sul mio tavolo alla tale ora del tale giorno” – ma sono merce sempre più rara.
Prendersi le ferie diventa, dunque, non solo un inalienabile diritto, ma quasi un dovere educativo.

Quarto comandamento: Non desiderare le ferie d’altri

A questo punto vi sarà ormai chiaro che la chiave di tutto è nella pianificazione: uno studio spasmodico del calendario, in genere effettuato a più riprese con i colleghi nelle pause caffè, in modo da conciliare i giorni di festa con i ponti lunghi, i week end nei periodi meno stressanti, le vacanze scolastiche, le ferie di mariti e compagni, e soprattutto le offerte delle compagnie low cost. Io all’inizio mi stupivo che i miei colleghi prenotassero a gennaio per il ponte del 2 giugno; mi sono ritrovata a passare le pause caffè tra racconti di posti bellissimi e giornate di puro relax, mentre io, col mio pessimo vizio di fare tutto all’ultimo momento, ero semplicemente rimasta a casa.

>>> continua

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...